Dischi Featured

Cheatahs – Mythologies

vinylgatefoldSembra ieri che i Cheatahs si sono affacciati al mondo, ma dal debutto a questo Myhtologies è passato poco più di un anno e comunque, nel mezzo, gli ep Sunne紫 (Murasaki).

Non cedere all’immobilità si è rivelata stata una scelta ottima: quei passi intermedi portano esattamente a questo disco e rivestono questo ultimo biennio di una invidiabile coerenza.

Ovviamente non s’intende in termini quantitativi, ma evolutivi: il miglior pregio di Mythologies è quello di sollevare il suono concretissimo dei Cheatahs e renderlo etereo senza sminuirne l’impatto.

I segnali c’erano tutti già in Signs To Lorelei, gli episodi già noti prima della pubblicazione dell’album: questo quartetto si muove rapido in una direzione molto più sognante di quanto si potesse immaginare all’inizio dell’avventura.

Mythologies è colore, movimento, alterazione delle percezioni e sì, sempre e comunque, una valanga di volume: è adrenalinica contemplazione di un calderone in cui chitarre distorte e sintetizzatori (trattati allo stesso modo) creano strutture sonore fluttuanti.

I Cheatahs di oggi si muovono tra l’ipnosi salmodiante di Mysteci, le brutalità quasi integralmente strumentali di ColoradoSu-pra (che in qualche modo finiscono per richiamare alla mente i panorami dipinti dagli M83 in Dead Cities, Red Seas & Lost Ghosts) e brani assolutamente catchy come Seven Sisters, le già citate Signs To Lorelei, Channel View, Freak Waves.

Questa credibilissima sperimentazione potrebbe assicurare loro un futuro radioso; ma già ora, grazie a Mythologies, i Cheatahs hanno pochissimi eguali.

0 comments on “Cheatahs – Mythologies

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *