Dischi Featured

Dinosaur Jr. – Give A Glimpse Of What Yer Not

dinosaur_jr_glimpseSe i dinosauri fossero riusciti ad evitare l’estinzione si sarebbero probabilmente evoluti, o quantomeno la natura prima o poi avrebbe trovato loro un senso.

Il senso dei Dinosaur Jr. – risorti ormai un decennio fa – nel 2016 probabilmente sta tutto nelle cascate di note prodotte da di J Macis (ultimo vero guitar hero nel senso più classico del termine) e in questo pugno di canzoni fluide, melodiche e irresistibili che compongono Give A Glimpse Of What Yer Not.

E forse la pensano allo stesso modo anche loro, dato che prima della pubblicazione ufficiale di questo album hanno messo insieme un cut-up con tutti gli assolo di Macis come a voler dire ecco cosa dovete aspettarvi.

Un po’ ce lo vediamo, J Macis che negli anni ’80 (’70?) legge sul giornale l’annuncio di questo negozio che vende una Stratocaster a 400 dollari e quando si presenta lì scopre che in realtà ne costa 450, allora sceglie una più economica Jazzmaster (350$). Lui stesso ha rivelato l’episodio, intervistato in questi giorni dall’ormai amico (e grande fan) Kurt Vile per Rolling Stone. Non poteva immaginare che quella Jazzmaster, che considerava da veri sfigati (o comunque non proprio cool, dice citando Elvis Costello), sarebbe diventata qualcosa di più del suo marchio di fabbrica: una specie di autonoma icona di stile, capace di riversare sul palco un volume tale da fare invidia ai My Bloody Valentine, rivaleggiare con Neil Young, ma soprattutto di significare così tanto per tutti gli slacker del pianeta; in quel momento era semplicemente l’unica Fender che poteva permettersi –  e lui voleva una Fender, non un’altra chitarra.

J Mascis è pietrificato così nell’immaginario collettivo: burbero, dal fare sbrigativo, dritto, nascosto dietro quei lunghissimi capelli ormai splendidamente ingrigiti; vuole licenziare Lou Barlow? fatto; vuole fare un album solista che suona come i Dinosaur Jr. senza l’elettricità? fatto; vuole rimettere insieme la banda e fare più dischi oggi di quanti ne abbia fatti allora con la formazione originale? fatto anche questo, oggi, traguardo appunto raggiunto con Give  A Glimpse Of What Yer Not.

Per essere chiari si tratta di un album strepitoso, ostentatamente fuori moda ma tutt’altro che nostalgico: Murph, Barlow e J se ne sbattono della nostalgia (fermo restando che il loro modo di suonare oggi è lo stesso del 1985, con buona pace di chi da allora non c’è più per un motivo o l’altro). E’ il loro miglior lavoro post-reunion perché poggia su un songwriting solidissimo: sarebbe un disco di popsongs perfette, non foss’altro che la ritmica picchia incessantemente e poi, all’improvviso, su ognuno di questi undici brani Mascis salta fuori – in alcuni casi proprio dal nulla – con degli assolo traboccanti che spostano il tutto verso un livello quasi onanistico.

Anche se J maneggia la sua sei corde con la stessa facilità e noncuranza con cui noi umani si beve un bicchiere d’acqua, non c’è nulla, qui, di fine a se stesso (ehi! non è prog!): ogni pezzo combacia in modo tanto perfetto da allontanare anche solo il sospetto che si tratti di un puro sfogo (qui la differenza con Farm, fino a poco fa la cosa migliore dei Dinosaur Jr. reloaded).

Perciò: si potrebbero mandare a memoria le canzoni di Give A Glimpse Of What Yer Not, in alcuni casi persino commovendosi per l’emotività fragile che nascondono (qualcuno prima o poi dovrà scrivere dell’abilità di J Mascis di cantare di certi sentimenti come se non gli appartenessero), ma prevale la gioia sconcertante di ricordare a cosa serve una chitarra e come si scrivono delle belle canzoni.

2 comments on “Dinosaur Jr. – Give A Glimpse Of What Yer Not

  1. Pingback: J Mascis - Elastic Days – Non Siamo Di Qui

  2. Pingback: Video: J Mascis x Guitar Moves – Non Siamo Di Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *