Dischi Featured

Japandroids – Massey Fucking Hall

Sapete com’è un concerto dei Japandroids?

Sudore, adrenalina, volume indecente, urla e spintoni. Senza un attimo di pausa.

Un’esperienza per molti versi liberatoria, dalla quale si esce fradici, con le orecchie fuori uso, i muscoli sovraccarichi ed il rimpianto di aver persino qualche occasione lungo la strada (ma non sarete i soli).

Se non l’avete mai vissuta, ma Massey Fucking Hall è un ottimo modo per metterci una pezza.

Chiuso il trittico Post-Nothing, Celebration Rock e Near To The Wild Heart Of Life, Brian King e David Prowse si sono concessi il lusso di celebrare la loro avventura e la loro amicizia con un album dal vivo registrato alla storica Massey Hall di Toronto.

Non un posto qualsiasi, non un disco qualsiasi: Massey Fucking Hall che fa saltare in aria le casse dello stereo e fa sfoggio di una potenza ed un’intensità inaudite – una sorta di Live At Leeds del nuovo millennio.

Un muro del suono di oltre un’ora che trasmette un senso di appartenenza e comunità che il rock’n’roll dei tempi moderni praticamente ignora. Invece, questo duo zero pose / moltissimo cuore e sostanza finisce per riportarlo al centro del discorso, al centro del palco, pestando senza tregua.

Ecco dove sta il rock’n’roll, per tutti quelli che lo credono morto: nelle storie (e nella storia) dei Japandroids, nelle loro urla primordiali, nel loro non risparmiarsi nemmeno un po’, nei loro strumenti torturati e nella loro volontà imperterrita ed indomita di festeggiare la vita. E in tutti quelli che hanno capito, e ancora ci credono.