Appunti Featured

Mamma li Maya! – una playlist per la fine del mondo

Bene: a detta dei Maya, domani il mondo se ne andrà e noi con lui.
Sappiate che è stato molto bello tenerci compagnia, ecc. ecc.

I pro: non dovremo sorbirci un’altra campagna elettorale; niente più tasse da pagare.. anzi, proprio nulla da pagare!; comunque vada ne vedremo delle belle (diciamo così): meteoriti? alieni? pioggia di rane e/o mucche? tsunami?; accontentati tutti quelli smaniosi di vedere cosa c’è dall’altra parte.

I contro: magari qualcosa da combinare di meglio ce l’avevamo in questo tempo passato qui; o anche nel futuro, anche solo tipo sabato; proprio non c’è verso di sopravvivere a Silvio eh?

Comunque, che ve ne sbattiate altamente o che aspettiate la fine sorseggiando Jack Daniel’s e spippacchiando spavaldi un cohiba, stretti ai vostri cari o lavorando come formiche fino all’ultimo (è il caso di dirlo), noi ci siamo divertiti a mettere insieme questa playlist (no, questa non c’è).

Adieù.

R.E.M.It’s The End Of The World As We Know It (And I Feel Fine)
That’s great, it starts with an earthquake, birds and snakes, an aeroplane… beh, da qualche parte bisognerà pure iniziare, no?

Elvis CostelloWaiting For The End Of The World
Magari sarà l’occasione per qualche timidone di farsi avanti.. diciamo l’ultima chiamata: we got stuck in the tunnel where no lights shine / they got to touching all the girls who were too scared to call out / nobody was saying anything at all / we were waiting for the end of the world…

Marlene KuntzCara E’ La Fine
Incazzati fino alla fine, rabbiosi sull’orlo del tracollo di bile anche nel baratro: urla piuttosto / e lasciamo di noi un ricordo toccante / stringiti a me /ringhiagli addosso e / poi sparami mentre io sparo a te. 

Jens LekmanThe End Of The World Is Bigger Than Love
Scompariranno anche tutti i cuoricini strozzati nelle loro magliette a righe, e in generale tutti i due di picche rimediati non sembreranno più gran cosa: I need to be explained to / over and over / how a broken heart is not the end of the world / because the end of the world is bigger than love..

The Horrors Oceans Burning
In realtà è un poderoso inno alla vita, pur se dai toni apocalittici… ma forse succederà anche questo, gli oceani bruceranno?

Fuck ButtonsSurf Solar
Forse creperemo spiaccicati da una pioggia di pinguini, ma soprattutto qualcuno ha scritto di Tarot Sport: «non è musica elettronica, non è sperimentale, è il sound caotico delle nostre vite caotiche, l’album che vorresti avere nello stereo in macchina il giorno in cui tutto il traffico si fermerà, la gente aprirà gli sportelli e scenderà per guardare in alto a bocca aperta. E così sia, in tutte le strade del pianeta, un giorno, Tarot, a manetta».

.

La CrusUn Giorno In Più (Insieme A Te)
Un classicone anni ’90, perché la speranza è l’ultima a morire.

The Flaming Lips feat. Karen OWatching The Planets
Oh, oh, oh, watching the planets align / what is the reason? – indovinate un po’.

Joy DivisionAtrocity Exhibition
Diciamolo, c’è una buona probabilità che – dovesse succedere qualcosa – non sarà proprio indolore: you’ll see the horrors of a faraway place / meet the architects of law face to face / see mass murder on a scale you’ve never seen / and all the ones who try hard to succeed.

Spacemen 3Suicide
In caso, per impazienti e timorosi, un’altra via d’uscita c’è. E anche la colonna sonora perfetta per il lunghissimo, estenuante countdown.

Bob Dylan – Rainy Day Women #12 & 35
Well, they’ll stone you and say that it’s the end / then they’ll stone you and then they’ll come back again…: che c’è di meglio che finire con un bel joint a far sembrare il tutto come una colossale sarabanda?

U2 Until The End Of The World
Se siete sempre stati dei romanticoni.. beh, vorrete esserlo fino alla fine no?

Led ZeppelinIn My Time Of Dying
A metà tra l’estasi e l’agonia c’è questa.

I Love You But I’ve Chosen DarknessLast Ride Together
All of your friends are now ghosts / on the last road to go before we go…: perché poi arriva sempre il momento di rassegnarsi all’ineluttabile.

Giorgio Canali & RossofuocoQuesta E’ La Fine
..ma la fine è la fine, non è qualcosa che s’invoca / la fine viene quando vuole, poesia ne ha poca… questa è la fine, sia benedetta la fine / con tanto di fulmini in cielo, fuoco e giù, distruzione / quella fine che altrove hanno già visto arrivare… 

Orchestral Manuevers In The DarkThe Beginnig And The End
Monumentale e marmorea come una lapide.. sempre che qualcuno sia rimasto, per piantare lapidi in giro.

Radiohead Videotape
Loro vantano un intero catalogo di canzoni apocalittiche, ma questa unisce amore e morte e redenzione in meno di cinque minuti: when I’m at the pearly gates / this will be on my videotape, my videotape / mephistopheles is just beneath / and he’s reaching up to grab me.. this is one for the good days /a nd I have it all here in red, blue, green / in red, blue, green / you are my center when I spin away / out of control on videotape..

Ac/DcHell’s Bells
… poteva mancare? No, ovviamente. Per andarsene in gloria con tanto di air guitar.

TrickyHell Is Round The Corner
E alla fine, solo macerie.

VerdenaSotto Prescrizione Del Dott. Huxley
Con tanto di requiem in coda, cosa c’è di meglio?

Smashing Pumpkins1979
E proprio sul più bello (?), tutti in coro! ..and we don’t know / just where our bones will rest, to dust I guess / forgotten and absorbed to the earth below.

E ce ne sarebbero tante, tante altre che quasi vien voglia di restare vivi ad ascoltarle.

0 comments on “Mamma li Maya! – una playlist per la fine del mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *