Dischi Featured

Mogwai – Atomic

Mogwai_AtomicTrattandosi di un servizio pubblico che prende sul serio la propria mission, nell’estate del 2015 – in occasione dei 70 anni dello sgancio dell’atomica su Hiroshima – la BBC ha inserito nel proprio palinsesto una serie di programmi chiamata BBC Four Goes Nuclear, un’occasione per «ammirare e riflettere sulla storia e sullo straordinario potenziale dell’era nucleare».

Tra questi, un documentario diretto da Mark Cousins e intitolato Atomic – Living In Dread And Promise, che utilizzando solo immagini d’archivio (giornalistiche, scientifiche, cinematografiche) esplora il subdolo rapporto tra il nucleare e l’esistenza: morte, vita, promesse e distruzione.

E se la resa del documentario ha lasciato qualche critico piuttosto tiepido, la sua colonna sonora – curata dai Mogwai – nient’affatto.

A prescindere dal documentario di Cousins, oggi possiamo goderci quei suoni in Atomic.

Gli scozzesi non sono nuovi alle colonne sonore e anzi, sono parte integrante della loro discografia: dalla prima, quella dedicata a Zinedine Zidane (Zidane: A 21st Century Portrait) sono passati dieci anni tondi tondi e ogni volta che ne è capitata l’occasione (il film The Fountain, le musiche di Les Revenants) più che affinare la propria arte i Mogwai hanno mostrato un modo diverso di metterla al servizio delle immagini, senza che ciò le rendesse meno fruibili lontane dallo schermo.

La suggestione di Atomic è prepotente e confluisce in una minuziosità inquieta, in un riverberarsi di dettagli che possono esplodere a caso o cullare.
Fuoco o linfa, esattamente come gli atomi.
Una forza resa attraverso fughe in cui le chitarre non sembrano mai in primo piano: piuttosto la ritmica, anche sintetica, o il resto della strumentazione.
Al culmine di Atomic, tra i volteggi discendenti di Are You A Dancer?, i Mogwai nascondono un calore frastagliato che varrebbe da solo un migliaio di ascolti; ma la forza seducente sta nella sua immutevole e tonda fermezza.

0 comments on “Mogwai – Atomic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *