Dischi Featured

No Joy – Wait To Pleasure

no_joy_wait_to_pleasureCome anticipato dal singolo Lunar Phobia, Wait To Pleasure introduce qualche interessante dettaglio al suono delle No Joy.

E’ un disco che si muove in perfetto equilibro tra suoni eterei e(ppure) pesantissimi, in cui il suono furioso delle chitarre – che tanto caratterizzava l’esordio Ghost Blonde – viene sparato in orbita a gravità zero.

E questo con tutte le conseguenze del caso, nel senso che può capitare di trovarsi alle prese con uno spaesamento simil-dadaista (Lunar Phobia, appunto) così come trascinati sott’acqua da cavalcate sferzanti e senza luce (Prodigy).

Lì dove invece sembra di sentire le No Joy di qualche tempo fa (Slug Night), il loro approccio al rumore è ben più compatto di allora.

Insomma, se da una parte le due canadesi hanno certamente smussato gli angoli e in qualche modo definito e recintato alla loro furia, lo hanno fatto non con l’intento di spogliare di veemenza il loro approccio, ma in modo tale da arricchire il viaggio di dettagli che rimbalzano da un lato all’altro dei canali. In modo tale, insomma, che non si possa dire che si tratta solamente rumore, ma anche – e ormai soprattutto – di tridimensionalità oscura e potente.

0 comments on “No Joy – Wait To Pleasure

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *