Appunti Featured

Wake up! Sostituite il suono della vostra sveglia!

Il passaggio all’ora solare è cosa andata, ma ormai l’autunno è quasi inverno, è arrivato il freddo sul serio… insomma, in questi giorni è più la voglia di rimanere sotto il piumone che quella di alzarsi e affrontare la giornata.

Per ovviare a questo sentitissimo problema abbiamo un suggerimento: provate anzitutto a sostituire il suono della sveglia (qualunque esso sia, rimane tra le cose più fastidiose che esistano) con uno di questi brani.

The HousemartinsCaravan Of Love
Questa rivisitazione a cappella del brano di Isley-Jasper-Isley (il 50% degli Isley Brothers) valse agli Housemartins il primo posto nella classifica dei singoli uk nel dicembre 1986.
Se ascoltata come prima cosa al risveglio, avrà su di voi un effetto paragonabile a quello della melma nel finale di Ghostbusters 2.

The Rolling Stones – Start Me Up
Se invece preferite qualcosa di più energetico Start Me Up è una ottima botta di adrenalina.
Effetto collaterale: dato che è anche l’ultimo singolo davvero imprescindibile dei Rolling Stones, che risale al 1980 e che abbiamo ormai smesso di sperare che Jagger e Richards combinino ancora qualcosa di altrettanto buono, sentita questa potreste rimanere catatonici per i prossimi trentacinque/quarant’anni.
Insomma, se la scegliete prendetela più alla lettera e datevi una mossa.

Dusty SpringfieldJust A Little Lovin’
Una voce celestiale, non necessariamente perfetta: Dusty Springfield era e rimane un sogno proibito che vorrete con voi sotto le lenzuola. D’altra parte un po’ di amore di prima mattina è meglio di una tazza di caffè.

David BowieSpeed Of Life
Sapete cosa? Questa non parte subito, ci sono poco meno di tre secondi di fade in, un suono masticato che sembra solo poco più gentile di un treno in corsa. Quindi Speed Of Life la percepirete nel vostro inconscio, ancora prima che possa effettivamente materializzarsi insieme a tutto il resto di Low. È l’ansia strisciante della giornata, esattamente quella cosa lì. Poi però la chitarra di Carlos Alomar arriva a farla a pezzi con un riff troppo dolce per essere una sirena, ma troppo robotico per essere rassicurante. Il Bowie berlinese al suo meglio.

Gladstone Anderson feat. Lynn Tait & The JettsA.B.C. Rocksteady
Vi dice di alzarvi, di farlo a ritmo gentile e di iniziare a zampettare per casa leggeri come i rintocchi del piano e di mettere su immediatamente Glad Sounds.

The Stone Roses She Bangs The Drums

Il più grande brano degli Stone Roses è una rincorsa fulminea e poi ritmo, ritmo, ritmo. La nebbia che si dirada, il sole che inizia a scaldare, il cemento umido di una domenica mattina in città che per una volta almeno avete solo fretta di iniziare.

Belle & SebastianOlympic Village, 6AM
E provate a fare gli atleti ogni tanto!

Joy DivisionThe Eternal

Inutile dirvi che se sentite questi suoni (o, effettivamente, qualunque altra cosa dei Joy Division) nel tentativo di aprire gli occhi, i vostri sforzi saranno mal riposti: siete morti e non vi trovate in un bel posto.

Abbiamo riassunto tutti questi suggerimenti in una playlist, qui. Qualunque cosa scegliate, sconsigliamo vivamente i Rage Against The Machine come prima cosa al mattino. Avvisati…