Dischi

The Men – Tomorrow’s Hits

the_men_tomorrows _hitsE pensare che i The Men, da Brooklyn, fino a poco fa si muovevano in territori punk/noise.

E invece con questo Tomorr’s Hits ci troviamo tra le mani un disco di quelli di rock’n’roll polveroso e stradaiolo, il cui titolo sarebbe da prendere sul serio in un mondo perfetto.

Roba che ti prende a calci in culo, ideale per sfrecciare sulla Route 66, che guarda a certe ritmiche trascinanti create dalla sezione di fiati (che si muove da territori tipicamente Springsteen ad attitudine molto più delirante vedi – tra le tante – la doppietta Another Night e Different Days) fino ad approcciare i ’70 tracannando birra, con il serramanico nei jeans consumati (Dark Waltz, da loop).

Altrove i The Men sfoggiano un approccio cazzone e selvaggio (Pearly Gates) e gestiscono la loro frenesia con molta leggerezza, sfiorando il classic rock ma mai sposandolo con convinzione (Slepless).

Ne esce un album essenziale, senza stronzate, diretto e allucinato pure quando alza il piede dall’acceleratore. Da ascoltare e riascoltare finché il serbatoio va a zero, ovviamente lontanissimo dalla prossima pompa di benzina. Maledetti.

1 comment on “The Men – Tomorrow’s Hits

  1. Pingback: The Men - Drift – Non Siamo Di Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *