Appunti Featured

E’ stato Tutto Molto Bello

#tuttomoltobello #tmb14

TMB2014
Si è svolta il 13 e 14 settembre la quarta edizione di Tutto Molto Bello, il Torneo di Calcetto per Etichette Indipendenti nato in origine da un’idea de La Famosa Etichetta Trovarobato e ora organizzato e curato da Sfera Cubica.

Noi c’eravamo e, dopo aver partecipato attivamente alla prima edizione inserita nel MEI di Faenza del 2011 affiancando la radiocronaca live di Enver, aver assistito alla seconda allestita negli spazi del Locomotiv Club di Bologna nel 2012 e aver dato buca nel 2013, questa volta siamo scesi in campo per davvero, inseriti nel girone 2 denominato Gong Ti, temibile non solo per le avversiarie ma soprattutto per le partite disputate sotto il sole cocente che dalle 13.00 alle 15.00 ha bruciato il terreno di gioco e arso le gole dei pedatori.

Il nostro inviato è stato infatti reclutato da una delle nuove formazioni in tabellone, quella Radio All Stars che all’esordio si è fatta onore nonostante le risorse limitate, qualitativamente e numericamente. Superata a sopresa la fase a gironi di sabato nonostante le sconfitte contro MK Records e INRI e grazie alla provvidenziale vittoria su Dischi Soviet Studio, domenica agli ottavi l’agguerrita ed esperta compagine dei Promoter All Stars (giunta poi terza) ha tarpato le ali ai sogni di gloria delle equipe radiofonica, penalizzata dalle assenze e dallo scarso affiatamento di un gruppo all’esordio assoluto.

Rimanendo alla cronaca sportiva, il torneo ha visto trionfare la Unhip Records, che ha battuto in finale l’eterna seconda Libellula designando la quarta vincitrice diversa in quattro edizioni del torneo dopo i trionfi di 42 Records, La Famosa Etichetta Trovarobato e Bomba Dischi, e aggiudicandosi l’ambita coppa piacentina, premio per i vincitori.
Qui trovate tutti i risultati del torneo. Nella sfida con Dischi Soviet c’è anche la firma di NSDQ, che ha fissato il parziale sul 4-1.

Aldilà dell’impegno sul campo, Tutto Molto Bello è stata per noi l’occasione di rivivere il clima di partecipazione e appartenza ad una grande famiglia, quella della musica indipendente italiana, che in passato solo alcune edizioni del MEI e del MI AMI Festival avevano reso possibile.
Passate la foga e l’esaltazione della sfida, e di agonismo anche quest’anno se n’è visto parecchio perché le squadre prendono la partecipazione estremamente sul serio, è la voglia di partecipare, condividere ed incontrarsi a prevalere. E così, girando per gli spazi del DLF felsineo, abbiamo avuto l’occasione di incotrare nuovi e vecchi amici, di osservare l’uomo ovunque Jonathan Clancy (probabilmente quello che in due giorni ha corso più di tutti), di scambiare due parole con il finalmente recuperato IOSONOUNCANE e con l’attivissimo Paolo Naselli Flores di UNOMUNDO, di apprezzare l’impegno profuso dai ragazzi di Sfera Cubica, vera spina dorsale della manifestazione, di origliare le valutazioni tecnico-tattiche di Carlo Pastore con i suoi compagni di squadra della Black Candy Records, e osservare la concentrazione di Enrico Gabrielli dei Calibro 35 ed Enzo Moretto degli A Toys Orchestra nel seguire le gare da bordo campo.

Non è mancata l’occasione per i musicisti di cimentarsi con la loro attività principale: suonare. Fra le tante esibizioni, la menzione speciale va all’ultimo concerto bolognese dei My Awesome Mixtape, vera perla nel cartellone dell’evento.

Una festa di sport, si direbbe in altre sedi e non a sproposito anche in questo caso. Sport e musica, ovviamente.

Questa è la sigla di Tutto Molto Bello 2014, vero e proprio tormentone della due giorni emiliana.

0 comments on “E’ stato Tutto Molto Bello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *